alice-migliore-3

Giovanissima ha già acquisito una considerevole esperienza sul campo nella gestione della sala. Alice Migliore si occupa di creare quel ponte di congiunzione tra cucina e sala per fornire agli ospiti tutte le informazioni e le indicazioni necessarie per una buona scelta.

Perfezione e meticolosità. Sono i requisiti fondamentali nella gestione di una sala e dunque per cogliere le esigenze di ciascun ospite e riuscire ad essere all’altezza delle richieste ed anche delle aspettative. Alice Migliore oggi gestisce insieme alla sorella Valentina, la sala di Taverna Migliore a Modica. La sua scelta professionale è nata per ‘amore’, o meglio per seguire l’allora fidanzato Lorenzo Ruta nel suo lavoro, che oggi è suo marito. Uno in cucina l’altra in sala hanno dato vita ad una perfetta alchimia che poi è stata portata a compimento nel ristorante di famiglia.

Ogni piatto – sostiene Alice – deve essere sicuramente assaporato, ma prima di tutto raccontato, per cercare di trasferire l’idea dello chef. Ogni piatto inserito nel nostro menu è frutto di storia e di riflessioni, di prove e di studio, sin quando non si ottiene la quadratura del cerchio e dunque viene inserito di diritto in carta. A me piace raccontare la storia di ciascuna pietanza perché consente ai nostri ospiti di meglio accostarsi alla nostra cucina, fatta innanzitutto con il cuore”.

Curare la sala è una prerogativa essenziale per qualunque ristorante, anche perché proprio dalla sala possono venire giuste indicazioni. Entrare in empatia con gli ospiti è anche importante per conoscerne gusti e magari riuscire a consigliarli al meglio nella selezione di cosa scegliere per il loro pranzo o cena.